Portale Verdi online

Un ponte di raccordo tra archivi e biblioteche connette per la prima volta descrizioni di fondi bibliografici e archivistici relativi a Giuseppe Verdi con un ampio ventaglio di materiali iconografici, sonori e audiovisivi.

Giuseppe Verdi e la contessa Cecilia Lurani Cernuschi Greppi, Sant'Agata di Villanova d'Arda

Giuseppe Verdi e la contessa Cecilia Lurani Cernuschi Greppi, Sant’Agata di Villanova d’Arda

La consultazione integrata delle fonti permette una lettura trasversale e fortemente interdisciplinare, fornendo spunti di ricerca non solo prettamente musicale ma anche per tutti quei campi, come la cartografia, la moda e l’architettura che a vario titolo intersecano il mondo verdiano e della produzione operistica.
La sezione Io scrivo l’opera, specificamente dedicata alle singole opere verdiane riunisce per ciascuna informazioni dettagliate, immagini dei libretti, partiture, spartiti, bozzetti, figurini e registrazioni discografiche.
Al materiale documentario si aggiungono 27 filmati con sequenze tratte dallo sceneggiato Verdi (diretto nel 1980 da Renato Castellani), interventi di musicologi e storici, interviste e letture di brani di lettere.

Manifesto della prima rappresentazione, tenutasi il 15 novembre 1894, del Falstaff, diretta da Arturo Toscanini (AS Teatro comunale di Bologna)

Manifesto della prima rappresentazione, tenutasi il 15 novembre 1894, del Falstaff, diretta da Arturo Toscanini (AS Teatro comunale di Bologna)

Realizzato dalla Direzione generale archivi, il Portale “Verdi online” fa parte delle iniziative promosse dal Comitato per le celebrazioni del bicentenario della nascita del compositore istituito presso la Presidenza del Consiglio dei ministri nel 2013 allo scopo di aggregare le principali fonti verdiane conservate presso numerose istituzioni sia pubbliche che private, tra cui la Biblioteca nazionale Braidense di Milano, l’Istituto nazionale di studi verdiani di Parma, l’Archivio storico Ricordi di Milano e gli archivi storici di alcune Fondazioni lirico-sinfoniche.

 

Il Portale è inoltre integrato con il Sistema archivistico nazionale (SAN) e, grazie alla collaborazione con l’Istituto centrale per il catalogo unico (ICCU) e l’Istituto centrale per gli archivi (ICAR), con l’area musicale di Internet Culturale, il sistema informativo della Direzione generale per le biblioteche, gli istituti culturali e il diritto d’autore.

vai al sito